Frasi e Aforismi
Frasi Divertenti
Frasi Contro
Frasi di Film
Frasi Anime Manga

Frasi Aforismi sui Libri

(0)


*Se "amore" non fosse una parola contorta e mutilata dalla possessività e dall'ipocrisia, se fosse una parola che significasse quello che io voglio che significhi, ebbene, avrei potuto trovarmi sull'orlo di credere che ero innamorato di lei... (Richard Bach)

*Tu hai una scatola con una misura e dalla vita prendi solo quello che sta in quella misura; tutto quello che ti capita di più grande e di più ingombrante lo lasci andare. Semplice. Non ti adatti e non vivi la vita per quello che ti offre, ma è la vita che diventa tale solo quando prende la tua misura. (Fabio Volo)

*Nell'amore vero ci deve essere la leggerezza di non aver paure nel vivere e dire il proprio amore vivendo con il proprio amore. (Tess Callahan)

*Le storie iniziano in mille modi diversi, belli, originali anche, ma finiscono tutte, sempre, allo stesso modo: per una squallida, onesta, per niente originale mancanza d'amore. (Lorenzo Moneta)

*Non credere che un colpo di fulmine a una festa sia necessariamente amore; vedi, spesso l'amore più duraturo è quello che ti prende alle spalle, senza che tu te ne accorga, magari per una persona che ti è stata vicino per tanto tempo e tu non te ne sei nemmeno accorta, e senza saperlo te ne stavi innamorando pian piano.
(Lorenzo Moneta)

*Non c'è cosa più complessa che vivere. Morire, per esempio, è facilissimo. Si fa una volta sola. Ma vivere no, vivere si fa tutti i giorni. (Fabiano De Micheli)

*Maturare non è altro che il processo attraverso il quale si scopre che tutto ciò in cui credevi da giovane è falso mentre tutto quello a cui ti rifiutavi di credere in gioventù risulta vero. (Carlos Ruiz Zafón)

*I grandi amano le cifre. Quando voi gli parlate di un nuovo amico, mai si interessano alle cose essenziali. Non si domandano mai: "Qual è il tono della sua voce? Quali sono i suoi giochi preferiti? Fa collezione di farfalle?" Ma vi domandano: "Che età ha? Quanti fratelli? Quanto pesa? Quanto guadagna suo padre?" Allora soltanto credono di conoscerlo. (Antoine-Marie-Roger de Saint-Exupéry)

*Sento un po' la mancanza di tutti quelli a cui ho parlato. Non raccontate mai niente a nessuno. Se lo fate, finisce che sentite la mancanza di tutti. (Jerome David Salinger)

*E penso che sarebbe bello se la vita fosse come le crêpes, che puoi farcire come ti pare. (Giulia Carcasi)

*Certi amori, quelli sbagliati, sono come le sigarette: meglio smettere. (Giulia Carcasi)

*Fare l'amore è una cosa: saperlo fare, un'altra. Fare sesso non è ne l'una e nell'altra cosa: meglio un bel libro: regala emozioni autentiche che almeno durano nel tempo. (Antonio Pistarà)

*Il treno arriva con un'ora di ritardo. Ma a cosa serve arrivare puntuale a un appuntamento, quando sai che la persona che ami più della tua stessa vita non si presenterà mai? (Ilaria Marullo)

*È buffo. Basta che diciate qualcosa che nessuno capisce e fate fare agli altri tutto quello che volete. (Jerome David Salinger)

*Anche dentro il corpo la tenebra è profonda, e tuttavia il sangue arriva al cuore, il cervello è cieco e può vedere, è sordo e sente, non ha mani e afferra, l'uomo è chiaro, è il labirinto di se stesso. (José Saramago)

*La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi, la solitudine non è un albero in mezzo a una pianura dove ci sia solo lui, è la distanza tra la linfa profonda e la corteccia, tra la foglia e la radice. (José Saramago)

*Arriva sempre un momento in cui non c'è altro da fare che rischiare. (José Saramago)

*Due debolezze non fanno una debolezza maggiore, ma una forza nuova. (José Saramago)

*Oggi so che in ogni frase pronunciata c'è l'anima di una domanda, allora temevo che in ogni domanda fosse contenuta una risposta che non sapevo riconoscere. (Erri De Luca (Enrico De Luca))

*All'infuori del cane, il libro è il migliore amico dell'uomo. (Groucho Marx)

*Forse non ci sono giorni della nostra adolescenza
vissuti con altrettanta pienezza di quelli
che abbiamo creduto di trascorrere senza averli vissuti.(Marcel Proust)

*I libri migliori sono proprio
quelli che dicono quel che già sappiamo. (George Orwell)

*I libri sono pieni delle parole dei saggi, degli esempi degli antichi,
dei costumi, delle leggi, della religione.
Vivono, discorrono, parlano con noi,
ci insegnano, ci ammaestrano, ci consolano,
ci fanno presenti ponendole sotto gli occhi
cose remotissime alla nostra memoria...
Se non ci fossero i libri noi saremmo tutti rozzi e ignoranti,
senza alcun ricordo del passato, senza alcun esempio;
non avremmo conoscenza alcuna delle cose umane e divine;
la stessa urna che accoglie i corpi
cancellerebbe anche la memoria degli uomini. (Cristoforo Moro)

*Non esistono libri morali o immorali, come la maggioranza crede.
I libri sono scritti bene, o scritti male.
Questo è tutto. (Oscar Wilde)

*Tutti i libri del mondo non ti danno la felicità,
però in segreto ti rinviano a te stesso.
Lì c'è tutto ciò di cui hai bisogno, sole stelle luna.
Perché la luce che cercavi vive dentro di te.
La saggezza che hai cercato a lungo in biblioteca
ora brilla in ogni foglio, perché adesso è tua. (Hermann Hesse)

*L'arte di scriver storie sta nel saper tirar fuori
da quel nulla che si è capito della vita, tutto il resto;
ma finita la pagina si riprende la vita
e ci s'accorge che quel che si sapeva è proprio un nulla. (Italo Calvino)

*La scrittura è l'ignoto.
Prima di scrivere non si sa niente
di ciò che si sta per scrivere e in piena lucidità. (Marguerite Duras)

*Il tempo per leggere, come il tempo per amare,
dilata il tempo per vivere. (Daniel Pennac)

*Un libro è l'unico posto nel quale puoi esaminare
il più fragile dei pensieri senza romperlo,
o esplorare un'idea esplosiva senza la paura che ti scoppi in faccia.
E' uno dei pochi paradisi dove la mente dell'uomo
può trovare allo stesso tempo provocazione e privacy. (Edward P. Morgan)

*La conoscenza si acquisisce leggendo i libri; ma quello che è veramante necessario imparare, la conoscenza del mondo, si può acquisire soltanto leggendo gli uomini e studiando tutte le loro diverse edizioni. (Lord Chesterfield)

* Con la psicologia si possono scrivere libri, ma non penetrare nel cuore di un uomo. (Hermann Hesse)

* Dagli occhi delle donne derivo la mia dottrina: essi brillano ancora del vero fuoco di Prometeo, sono i libri, le arti, le accademie, che mostrano, contengono e nutrono il mondo. (William Shakespeare)

* I libri che gli uomini chiamano immorali sono semplicemente libri che mostrano al mondo la sua vergogna. (Oscar Wilde)

* Il Libro dei Libri inizia con un uomo ed una donna in paradiso, e finisce con l'Apocalisse. (Oscar Wilde)

* Nei libri che ricordiamo c'è tutta la sostanza di quelli che abbiamo dimenticato. (Elias Canetti)

* Prima usavamo santificare i nostri eroi. L'orientamento moderno è quello di volgarizzarli. Edizioni economiche di grandi libri possono essere deliziose, ma edizioni economiche di grandi uomini sono assolutamente detestabili. (Oscar Wilde

* L'eleganza è l'equilibrio tra proporzioni, emozione e sorpresa. (Valentino)

* Sfortunatamente l'equilibrio della natura decreta che una sovrabbondanza di sogni comporta un crescente potenziale di incubi. (Peter Ustinov)

* Il giornalista è uno storico del presente, ma non sempre i buoni libri di storia si scrivono in un giorno, spesse volte in un'ora, spesse volte in un minuto. (Umberto Eco)

* Il fatto che i miei libri abbiano successo dà fastidio ai miei colleghi. Scrivere va bene, ma vendere è insopportabile. (Bruno Vespa)

*La natura aveva saggiamente disposto che le sciocchezze degli uomini fossero passeggere, ed ecco che i libri le fanno immortali.
(Charles-Louis de Montesquieu, Lettere persiane, 1721)

Lascia un commento